Tutti pazzi per Pokèmon Go: le aziende cercano di cavalcare la cresta dell’onda per trarne profitto

Il successo di Pokèmon Go sembra essere inarrestabile. Non si parla d’altro da giorni, i blog americani sono letteralmente invasi da notizie a riguardo, con Home Page completamente piene di articoli a riguardo e per quanto stiamo cercando di effettuare una scrematura o di unire in un solo articolo molteplici notizie, anche noi ne stiamo parlando molto.

Anche stavolta uniremo molteplici notizie in un solo articolo:

In molti si sono accorti del potenziale di questo videogioco a partire dalla Legendary Pictures che vuole realizzarne un film. Segue a ruota Yelp, applicazione simile a TripAdvisor molto popolare in USA ma che ultimamente sta avendo successo anche in Italia. Il servizio da oggi è in grado di segnalare i ristoranti nelle cui vicinanze è presente anche un PokèStop, ovvero un punto di raccolta di materiali ed oggetti necessari alla cattura di nuovi Pokèmon. Al momento la funzione è disponibile in Australia, Nuova Zelanda ed in America (i Paesi in cui il gioco è stato lanciato per primo) ma arriverà anche in Italia tra qualche giorno.

Mc Donald’s si è già accordata con i produttori del gioco, sicuramente pagando loro un certo corrispettivo in denaro, al fine di posizionare dei PokèStop nei pressi dei propri ristoranti. In questo modo, tra tutti gli utenti attratti, sicuramente qualcuno si fermerà anche a mangiare un panino.

http://www.ispazio.net/wp-content/uploads/2016/07/pokemon-go-2.jpg

Infine in America si è messo in gioco addirittura un operatore, T-Mobile, che per attrarre a sè nuove utenze ha deciso di regalare tutto il traffico dati internet che si utilizza con il gioco. Il titolo infatti, non consumerà le soglie internet previste con il proprio piano telefonico.

Insomma tutti stanno trovando un modo per sfruttare la tendenza del momento, ma secondo voi: quanto durerà questo fenomeno?

-ispazio-