Foto a 360 gradi su Facebook con iPhone: ecco le app per scattarle Read more at http://www.macitynet.it/foto-360-gradi-su-facebook-con-iphone/#kqlLftDdvUEJAp6G.99

Voglia di fotografie panoramiche (e sferiche) pronte per la nuova modalità tridimensionale di Facebook? Ecco alcune applicazioni per scattarle da iPhone nel giusto formato

Con il recente aggiornamento di Facebook che trasforma le foto panoramiche in immagini da visualizzare inclinando lo smartphone da un lato all’altro, cresce la voglia di pubblicare, di tanto in tanto, il proprio punto di vista attraverso questa nuova modalità fotografica.

Abbiamo così selezionato alcune applicazioni per iPhone (eccetto una sono universali, quindi saranno utili allo scopo anche da iPad) che vi faciliteranno l’acquisizione di queste particolari fotografie che, se dal dispositivo risulteranno “semplici” panoramiche, caricandole avrete una visione a 360 gradi su Facebook senza dovere ricorrere a videocamere nate appositamente allo scopo.

DMD Panorama (1,99 euro)

E’ l’app che usiamo fin dalla sua prima versione, quando la modalità “panoramica” non era ancora implementata nell’applicazione Fotocamera di iOS. Tra le migliori del suo genere, facilita l’acquisizione di fotografie a 360 gradi sia di giorno che di notte (il flash può essere attivato allo scatto o mantenuto acceso in modalità “torcia” durante tutta la manovra di acquisizione delle immagini).
Le istruzioni vengono mostrate su schermo: è sufficiente mantenere il telefono in verticale, quindi girarsi sul posto verso sinistra o verso destra facendo combaciare i due simboli mostrati in alto. Due “gocce”, che ricordano lontanamente il simbolo dello Yin e dello Yang, dovranno toccarsi passo dopo passo, fino a completare una rotazione completa.
A quel punto il sistema, automaticamente, unirà gli scatti in una sola immagine (la foto finale sarà esportata direttamente anche nel rullino foto), visualizzabile con la modalità 360 gradi già dall’app stessa, dando così un’anteprima di ciò che si otterrà caricandola poi su Facebook.
Molto intelligente la gestione dell’esposizione: lasciando in automatico verrà correttamente esposto ogni scatto, con il risultato che se ci saranno forti differenze di esposizione tra uno e l’altro, il sistema unirà gli scatti sfumandoli ai bordi, riducendo così sensibilmente l’effettivo distacco visivo che ci sarebbe tra un’immagine e l’altra. E’ anche possibile rinunciare a questa possibilità “bruciando” le luci o sottoesponendo esageratamente le ombre bloccando l’esposizione ad un punto specifico o basandosi sull’esposizione dello scatto iniziale.

Google Street View (gratis per iPhone e Android)

Il nome potrebbe ingannare in quanto l’applicazione nasce, principalmente, per dare uno sguardo alla mappatura di Google, entrando “nel vivo” delle strade. In realtà incorpora un’intelligente funzione che permette di scattare fotografie panoramiche o sferiche. E’ sufficiente cliccare il tasto (+), quindi selezionare la fotocamera del proprio iPhone ed inquadrare il pallino arancione che viene mostrato sullo schermo, inclinando il dispositivo in verticale.
Dopo aver scattato (automaticamente) la prima fotografia sarà necessario spostarsi da un lato all’altro inquadrando i successivi cerchi per realizzare una fotografia panoramica.

Completato il giro, basta cliccare il tasto “OK” in basso al centro per terminare l’acquisizione della fotografia a 360 gradi oppure, inquadrando verso l’alto o verso il basso, sarà possibile continuare ad aggiungere porzioni di immagine allo scatto, realizzando di fatto una fotografia sferica.
Nelle panoramiche il sistema si comporta in maniera egregia, anche qui correggendo – per quanto possibile – le differenze di esposizione nei controluce. Per quanto riguarda le fotografie sferiche, l’app dà il meglio di sé all’aperto, con ampi panorami. In casa funziona bene, anche se qualche oggetto potrebbe venire “spezzato” ed in qualche angolo della stanza occasionalmente compare un “buco nero”. E’ un problema dovuto al parallasse: quando scattate siete costretti a cambiare il punto e/o l’asse di ripresa e questo è tanto più evidente quanto è ristretto lo spazio che rilevate.

360 Panorama (1,99 euro)

Quest’applicazione permette di realizzare fotografie sferiche unendo più scatti in una sola immagine. All’avvio ci si troverà virtualmente dentro una “sfera grigia” da riempire con le foto, che verranno scattate automaticamente inclinando ed orientando lo smartphone in tutte le direzioni.
In base alle nostre prove l’app funziona bene soltanto negli ampi spazi aperti, dove non ci sono oggetti o ostacoli troppo vicini al punto di scatto. Provandola in casa, ad esempio, i risultati sono disastrosi in quanto molti degli oggetti nelle vicinanze risulteranno “spezzati”.
E’ invece particolarmente indicata per le fotografie paesaggistiche, permettendo di realizzare scatti senz’altro interessanti in quanto sarà poi possibile spostare lo smartphone in aria (sia dall’app stessa, sia dalla fotografia caricata su Facebook) per guardarsi intorno.
L’app molto spesso è in grado anche di eliminare intelligentemente i piedi e le gambe dell’utente nell’area inferiore della fotografia sferica.

Bonus: l’app Fotocamera di Apple

A partire da iOS 7 Apple offre una funzione di acquisizione delle fotografie panoramiche direttamente attraverso la sua applicazione Fotocamera. E’ sufficiente aprire l’app e scorrere verso destra per selezionare questa modalità, quindi inclinare il dispositivo in verticale e premere il pulsante di scatto per cominciare l’acquisizione della panoramica.
Di default, l’acquisizione avviene da sinistra verso destra ma se volete invertire il senso vi basterà toccare la linea da seguire al centro dello schermo prima di pigiare il tasto di scatto.
Per acquisire la panoramica è sufficiente mantenere il dispositivo in verticale e seguire la linea mostrata su schermo, mantenendo la punta della freccia quanto più possibile vicina a quest’ultima. L’immagine finale, al termine, non sarà di 360 gradi, ma arriverà a 270 gradi al massimo e non sarà ovviamente sferica. Tuttavia Facebook le riconosce come panoramiche, quindi anche in questo modo potrete beneficiare della nuova modalità senza installare alcuna nuova applicazione.

-macitynet-