Instacast 2.0 e il concetto di “valore aggiunto”

http://master.imore.com/wp-admin/post-new.php

Instacast 2.0 è un aggiornamento significativo per uno dei client per iPhone più popolaripodcast. Cambia l’interfaccia utente e l’esperienza dell’utente, riducendo al contempo il prezzo di ingresso e l’aggiunta di un in-app purchase per funzionalità aggiuntive.Entrambe le cose hanno causato qualche polemica. Il nostro personale Seth Clifford, co-conduttore di iPhone & iPad Live e Itera è chiaramente sul lato “spuntata” di questa equazione particolare. E ha chiaramente preso i pantaloni di Hulk su per questo.

Instacast ha pubblicato il suo aggiornamento 2.0 di ieri ad alcune fanfare Twitter. Come utente regolare del app, ho aggiornato immediatamente. Ora, per essere chiari, non amo Instacast. In effetti, ho un sacco di problemi personali con esso. Ma come un ascoltatore regolare di podcast, è succhiato il meno di tutte le applicazioni che ho provato, e ho provato molti. Vorrei tanto che Apple potrebbe aggiungere anche il supporto di base per l’abbonamento più podcast su iOS all’interno della musica appnativa, ma non hanno, e non sembra che sarà in qualunque momento presto.

Quello che ho trovato dopo l’aggiornamento era un’interfaccia che è rimasto così comeastrusa come quella iniziale, con il “valore aggiunto” di funzionalità ridotte. In particolare,il comportamento predefinito per i podcast scaricati all’interno della app è stata alterata.Il comportamento originale della app è che quando podcast sono stati scaricati, avrebbero impilare in un elenco, dal più vecchio in cima al più recente in basso. Orache l’ordine è invertito, per elencare la più recente in alto. Che cambiafondamentalmente l’unico modo per ascoltare spettacoli.

Leggi il resto di esso tramite il link sottostante. Per essere onesti, ci sono alcune persone che sembrano aver gradito molto l’aggiornamento Instacast. Non ho passatoalcun tempo reale con ancora, ma intende. La versione precedente, come afferma Sethnel suo articolo, ha avuto notevoli problemi di usabilità (come fanno tutti i clienti iOS dei podcast che ho provato).